il metodo colturale biologico:
 
Questo metodo colturale ha una duplice finalità: generare un prodotto che non abbia subìto contaminazioni da prodotti chimici di sintesi, e creare il minor 'impatto ambientale' possibile, rispettando così sia l'uomo e la sua salute, sia l'ambiente. E' un insieme di tecniche, spesso molto sofisticate, nelle quali l'azione dell'uomo interagisce con il mondo degli organismi viventi e l'ambiente in cui vivono. Non è quindi, come spesso si pensa, una semplice sostituzione di prodotti chimici di sintesi con prodotti naturali ammessi. E' il tentativo della ricostruzione di equilibri biologici ed anche culturali. Equilibri di cui l'attività agricola era da sempre la custode.

Le tecniche per condurre questo tipo di agricoltura danno seguito a quanto previsto dai regolam. CE 834/07 e 889/08 alle cui normative occorre riferirsi per avere un riferimento legislativo.
Per tali normative gli obblighi ed i principi a cui un'azienda con una produzione biologica deve sottostare sono:
- applicare le normative su un appezzamento per un periodo di conversione di almeno due anni
-rispettare l'equilibrio tra piante, insetti, funghi animali, uomo e ambiente
- mantenere o incrementare la fertilità dell'attività biologica del suolo
- sostenere una difesa (non una lotta) dalle malattie e dai parassiti delle piante nonché dalle piante e/o erbe infestanti imperniata su:* scelta di specie e varietà adeguate * protezione degli iperparassiti cioè dei parassiti che garantiscano un equilibrio delle specie dannose con quelle non dannose *utilizzazione solo in caso di effettiva necessità di prodotti di origine 'naturale' elencati nel regolamento per il controllo e l'equilibrio di quanto sopra.


Anche in questo caso dunque, vi è da parte nostra un controllo continuo e, a seconda dell'andamento stagionale, un continuo supporto alle piante.

 




L' azienda che coltiva i terreni con metodo colturale biologico e che desidera vendere i suoi prodotti con un'etichetta che dichiari questa provenienza, deve farsi controllare da uno degli organismi preposti a tale compito, riconosciuto dal Minstero dell'Agricoltura. Dovrà mantenere aggiornati ed a disposizione degli organi competenti i registri degli acquisti, carico e scarico dei fitofarmaci e dei prodotti utilizzati dall'azienda. Dovrà anche avere i registri di acquisto e vendita di quanto prodotto, nonché un registro dove verranno indicati tutte le operazioni colturali, le date, i fitofarmaci utilizzati. Dovrà inoltre permettere in ogni momento l'accesso in azienda agli addetti ai controlli e permettere tutti i prelievi che siano ritenuti necessari per poter effettuare le analisi di controllo.






L'agricoltura biologica non punta a eliminare le pratiche colturali ed alla semplificazione e suddivisione dei vari settori che convergono nell'attività agricola, ma tende a guardare alla complessità di tutti gli aspetti che vi sono coinvolti.
Occorre 'gestire' le risorse natutarli, non forzarle e raggiungere un equilibrio che è fatto di convivenza



Le conseguenze 'sul campo' di tali normative nel sistema di una monocultura, portano alla assoluta necessità di favorire la formazione di un eco-sistema in cui tutto si mantenga il più possibile in equilibrio. Per gli insetti questo dipende da un controllo continuo delle varie popolazioni, decidendo la soglia di tolleranza oltre la quale intervenire, con i mezzi di origine naturale a nostra disposizione, e contenerne la popolazione. Per le patologie funginee tutti i trattamenti ammessi sono solo di tipo preventivo ed anche questi mirano a creare una situazione nella quale la vegetazione sia aiutata a non venire aggredita dalla patologia.












Se tutta questa prassi viene seguita senza che vengano riscontrate delle difformità, all'azienda viene data di anno in anno una certificazione che conferma quanto sopra, e viene rilasciata l'autorizzazione alla stampa di etichette con i dati necessari, inclusa la dicitura che il contenuto è stato prodotto con metodo di agricoltura biologica.





Copyright © 1999-2015 | Azienda Agricola Bonetti Anna. |
P.Iva 01399590221