La Val di Non
 
Ci sembra necessario presentare anche il luogo che ci ospita perché particolarmente generoso per il nostro lavoro: la Val di Non.

In Italia questo nome è collaudato e conosciuto dai consumatori di mele. Siamo stati molto facilitati dalla vocazionalità del posto. In effetti è una valle di boschi e meleti.

I terreni, l'esposizione e la luce, il clima , tutto è favorevole a questo tipo di coltivazione.

  • I terreni dell'azienda sono ricoperti da una grande varietà di erbe e di fiori annuali tipiche della montagna e dei terreni che non subiscono i diserbi. Questa varietà e moltitudine di flora è fondamentale non solo per ospitare i più svariati tipi di insetti ma anche per la formazione di humus nel terreno, il nutrimento che darà la vita alle piante ed ai loro frutti






  • luce : la Val di Non è una vallata molto ampia, pur essendo circondata dalle montagne, le Dolomiti. Oggi è noto ormai come siano determinanti le ore di luce e la sua qualità sia per il benessere dell'uomo sia per le piante. In particolare sono proprio le radiazioni solari dell'alba e del tramonto che danno modo alle piante di assimilare e selezionare gli elementi nutritivi da elaborare poi durante le ore diurne, i quali a loro volta ne conferiranno poi le caratteristiche organolettiche. Queste caratteristiche, tre cui gusto e aroma, non forniranno solo un'informazione piacevole al palato o alle narici di chi le gusta. Anche il profumo infatti ha un'azione sulla salute dell'uomo. E' un messaggio importante: in alcuni casi stimola le ghiandole endocrine.





    Il nostro paese: Sporminore

  • clima: forse il particolare più importante per la qualità della mela. Le escursioni termiche giorno/notte e cioè giornate con temperature elevate a cui seguono notti con forti abbassamenti delle temperature sono quella caratteristica che non è riproducibile artificialmente che dà la caratteristica colorazione della faccetta della mela che si 'abbronza' e che contribuisce alla formazione del suo ottimo gusto.
    Noi abbiamo deciso di sfruttare tutte queste risorse e di ottimizzarle al fine di farle concorrere alla produzione di qualcosa di veramente particolare

 

 

Il motivo della nostra scelta ad orientarci verso questo metodo di coltivazione è oggi più chiaro a tutti, un tempo, ai più sembrava solo una stravaganza. Quello che sta accadendo oggi, l'evoluzione cioè dell'agricoltura biologica, fino a qualche anno fa ci sembrava un traguardo che noi non avremmo pouto vedere.



 

  • aria: abbiamo la fortuna di essere lontani dalle grosse arterie autostradali, di essere una vallata prettamente agricola, ricca di boschi, e di non dover subire quindi anche tutta quella serie di inquinamenti atmosferici derivanti dai trasporti.

     

  • acqua: essendo una vallata di montagna, nelle stagioni calde si susseguono rovesci piovosi; l'irrigazione avviene con acqua di sorgente di montagna solo al bisogno. Dal momento che i terreni sono perlopiù tutti in forte pendenza, l'evaporazione dell'acqua dai terreni é molto limitata.








Copyright © 1999-2015 | Azienda Agricola Bonetti Anna. |
P.Iva 01399590221